Una familia Disabile in vacanza? Si può fare!

Una famiglia Disabile in vacanza? Si può fare!

Ogni anno, indicativamente a novembre, si svolge una serata per illustrare il progetto ed offrire la possibilità alle famiglie di costituire alcuni gruppi e intraprendere un percorso in autonomia ed in rete per l’organizzazione delle vacanze "Estate - Amici di Paideia 2019".

Disseminazione e sensibilizzazione

Famiglie, volontari amici e conoscenti sono sensibilizzati allo spirito e alla logica dell’iniziativa attraverso momenti:

• di incontro, in cui le famiglie che hanno già sperimentato il progetto raccontano le loro esperienze ed il significato assunto nell’ambito della dinamica familiare e sociale;

• conviviali, nei quali le famiglie e i volontari hanno l’occasione di conoscersi più approfonditamente e la possibilità di condividere concreti momenti di benessere e di inclusione sociale.

l progetto ha la finalità di favorire una migliore percezione della qualità della vita familiare, valorizzando la partecipazione sociale, la collaborazione tra famiglie con figli affetti da disabilità ed il supporto informale fornito da volontari.

Questi i principali obiettivi:

  • una vacanza per la famiglia: permettere ad una “Famiglia Disabile” di vivere una vacanza rigenerante e piacevole, in cui i bisogni di tutti i membri della famiglia possano essere condivisi e trovare opportunità di espressione;
  • le famiglie come risorsa comune: ravvivare lo spirito di iniziativa di ciascuno e l’importanza della possibilità di realizzare una vacanza, in cui tutte le famiglie partecipanti siano coinvolte e contribuiscano attivamente con le loro risorse e competenze al successo dell’iniziativa;
  • il valore della rete di relazioni: rafforzare la partecipazione sociale e l’interesse a recuperare e/o estendere la rete delle relazioni della famiglia, che spesso risulta indebolita o compromessa in seguito all’arrivo di un figlio con disabilità, a causa delle necessità di cura del bambino e delle difficoltà, prevedibili e imprevedibili, che la presenza di un disabile inevitabilmente introduce nella vita familiare;
  • l’aiuto dei volontari: far affiancare i bambini da volontari (esperti) che ne assicurino lo svago e offrano ai genitori l’opportunità di ritornare a pensare di poter essere … anche in vacanza;
  • l’elaborazione della disabilità: favorire lo sviluppo di più efficaci “risposte di famiglia” alle situazioni di stress indotte dalla presenza di un familiare con disabilità, alimentando il coinvolgimento attivo, un maggior ottimismo ed un miglior orientamento al futuro da parte di tutti i partecipanti al progetto.

L'organizzazione del soggiorno estivo richiede alcuni incontri, nei quali le famiglie progettano la settimana di vacanza con il supporto delle altre famiglie dell’associazione che hanno già sperimentato l'iniziativa.

Questo progetto è sostenuto con i fondi dell' Otto per Mille della Chiesa Valdese 

www.ottopermillevaldese.org